Panama shock, killer entra in fast food e spara a Jacob Van Der Hart: come proteggersi da queste follie?

Jacob Van Der Hart

Shock a Panama: un folle entra in un fast food e spara a Jacob Van Der Hart, intento a mangiare un hamburger e ignaro di quanto stesse per capitargli. Come difenderci da queste pazzie? Guarda il video.

Attimi di shock in un fast food di Panama City. Un uomo è stato colpito alla nuca, mentre mangiava tranquillo il suo hamburger. La scena è stata interamente registrata dalle telecamere del locale e in poche ore ha fatto il giro del mondo. Un uomo entra e si dirige sicuro verso la vittima, Jacob Van Der Hart, 35 anni, punta la pistola e spara. Poi indietreggia e fugge via. Ora è caccia all’uomo.

La vittima è sopravvissuta, ma resta in terapia intensiva in un ospedale panamense.

Il filmato mostra l’uomo avvicinarsi casualmente alla vittima puntandogli la pistola. Prende poi accuratamente mira e preme il grilletto. Jacob si accascia sulla sedia, mentre il sospettato prende la via di fuga.

Ora, il punto è: come difendersi da queste follie? Perchè sempre più persone sono “malate” e sparano al primo che gli capita sotto tiro? Quali sono i mali che affliggono la nostra società contemporanea e quali le soluzioni?

Perchè hai voglia a rendere il possesso d’armi legale, come negli Stati Uniti, o a distruggere la privacy dei cittadini, in nome della sicurezza, magari piazzando telecamere ovunque; hai voglia a intercettare mezzo mondo e quell’altro, a dibattere se la pena di morte è utile o meno, quando poi ti trovi di fronte a questa improvvisa follia. Anzi, più che di fronte, di spalle, come capitato al povero Jacob Van Der Hart.

Cosa fare in queste situazioni? Qualcuno dice che se i media ignorassero certi episodi non ci sarebbero più gli emulatori di questi pazzi. Potrebbe essere una soluzione accettabile quella di chiudere occhi e orecchie di fronte alle peggiori nefandezze sperando che non si ripetano? Chi lo sa.

O dobbiamo schierare l’esercito a ogni angolo di strada con il rischio di militarizzare il mondo intero, come se vivessimo tutti in un continuo film girato al confine tra Israele e Palestina?

L’insicurezza che ci assale ogni qualvolta ci troviamo costretti ad assistere a scene simili rischia di degenerare in odio verso il diverso, in una sensazione di precarietà quotidiana i cui esiti sono imprevedibili: c’è chi reagisce chiudendosi in casa e chi uscendo armato.

In entrambi i casi non si tratta certamente di soluzioni razionali. Ma è proprio su questo aspetto che la società “malata” sta picchiando duro: l’irrazionalità dell’uomo e tutto ciò che può comportare l’essere folli.

Cosa ci aspetta in futuro?

Il filmato è stato riportato dal Daily Mail.

GUARDA IL VIDEO.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.