Marijuana, il 70% dice sì alla legalizzazione “a scopo ricreativo”: ecco la città antiproibizionista

 marijuana a scopo ricreativo

Il dado è tratto. E con il 70% dei consensi è passato il referendum sulla legalizzazione della marijuana “a scopo ricreativo”. Ecco la città antiproibizionista.

 

Con circa il 70% dei voti a favore anche nella città più grande del Maine è stata legalizzata il consumo di marijuana per i cittadini residenti al di sopra dei ventuno anni. Portland è così la prima città dell’East Coast degli Stati Uniti ad aver approvato il consumo anche a scopo ricreativo. La misura limita il possesso per uso personale a circa 56 grammi, vietandone comunque la vendita e il consumo nei luoghi pubblici.

L’uso della marijuana a scopo terapeutico era già legale nel Maine e il referendum non sostituisce le leggi statali o federali, ma potrebbe innescare ulteriori sforzi per legalizzare la marijuana a scopo ricreativo nello Stato, come è già successo a Washington e nel Colorado nel 2012.

“La maggior parte degli abitanti di Portland, come la maggior parte dei cittadini americani sono stufi delle leggi proibizioniste – ha detto David Boyer del Marijuana Policy Project – Siamo contenti di questo risultato perché sembra che ci sia un processo in atto innescato lo scorso novembre con le leggi dello Stato di Washington e del Colorado. Non vediamo l’ora di cominciare a lavorare con i funzionari della città di Portland per garantire l’attuazione del risultato del voto”.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.