Coltivare marijuana sul terrazzo di casa non è reato: ecco le motivazioni della sentenza

coltivare marijuana terrazzo no reato mini

Assolto perché il fatto non costituisce reato. Da ieri coltivare marijuana sul terrazzo di casa non sarà più un problema, come racconta Fanpage: ecco la sentenza tana libera tutti.

 

Coltivare marijuana nel terrazzo di casa non è reato. Un ragazzo di Cagliari, imputato per la “coltivazione domestica” di due piante di canapa indiana nella propria abitazione nel capoluogo sardo, è stato assolto dalla Corte d’Appello di Cagliari. I fatti risalgono al 2007.

La sentenza di settembre dello stesso anno – spiega all’Ansa l’avv. Giovanni Battista Gallus – era stata emessa dal giudice Giuseppe Pintori sul presupposto che si trattasse di coltivazione domestica, equiparabile all’uso personale e, pertanto, priva di rilevanza penale. La sentenza aveva avuto un rilevante clamore mediatico e in seguito la Procura Generale di Cagliari aveva proposto ricorso, accolto dalla Cassazione che aveva annullato l’assoluzione”.

Il giovane era stato così condannato alla pena di mesi sei di reclusione e 1.400 euro di multa. Secondo, una sentenza delle Sezioni Unite bisognerebbe considerare il principio secondo cui costituisce condotta penalmente rilevante qualsiasi attività non autorizzata di coltivazione di piante dalle quali sono estraibili sostanze stupefacenti, anche se per uso personale.

Ciò vuol dire che la coltivazione di due sole piante sarebbe comunque tale da integrare il reato contestato. Insomma, secondo la Suprema Corte “era irrilevante, ai fini della sussistenza del reato, la distinzione tra coltivazione tecnico-agraria e coltivazione domestica”, prosegue Gallus.

Ma la condanna è stata nuovamente appellata dal legale e oggi la seconda sezione della Corte d’Appello di Cagliari ha assolto il giovane dal reato perché il fatto non sussiste.

Nelle motivazioni della sentenza, che puoi trovare integralmente cliccando qui, si legge che coltivare fino a tre piante non è reato.

 

COME PREPARARE UNA TORTA ALLA MARIJUANA – GUARDA IL VIDEO

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.