Quel burlone di Bersani

Scusi Onorevole, ma quale sarebbe il partito giovane? E con quale coalizione vorrebbe vincere? Più che un segretario di partito sembra un clow degno del peggior circo.

di Giacomo Cangi

bersani_burloneAltro che Beppe Grillo, il vero comico della politica italiana si chiama Pier Luigi Bersani. Il 2 maggio parlando del partito di cui è segretario ha detto che “Noi siamo giovani: in fondo abbiamo quattro anni”. Sono giovani. Forse il nome del partito, ma chi ne fa parte no di certo.

Basta andare a consultare il sito della Camera dei Deputati per rendersene conto. L’unico deputato fra i 25 e i 29 anni è Annagrazia Calabria del Popolo della Libertà. Fra i 30 e i 31anni il PD conta 11 deputati (Antonio Baccuzzi, Michele Bordo, Chiara Braga, Daniela Cardinale, Paola De Micheli, Maria Anna Madia, Matteo Mecacci, Federica Mogherini Rebesani, Alessia Maria Mosca, Pina Picierno , Carlo Emanuele Trappolino), il PDL 15 (Simone Baldelli, Maria Rosaria Carfagna, Simone Andrea Crolla, Nunzia De Girolamo, Maurizio Del Tenno, Nicola Formichella, Mariastella Gelmini, Antonino Salvatore Germanà, Gabriella Giammanco, Barbara Mannucci, Giorgia Meloni, Antonino Minardo, Guglielmo Picchi, Barbara Saltamartini, Elvira Savino).

Quindi se proprio c’è un partito dei giovani è il Popolo della Libertà. Per non parlare dei vertici. Bersani a settembre avrà 61anni, D’Alema ne ha 63, Veltroni fra poco 57, Franceschini a settembre 54. Obama quando fu eletto Presidente ne aveva 48, Clinton 47, la Merkel quando fu eletta cancelliere 51, Sarkozy Presidente a 52, Zapatero primo ministro a 44, Aznar 43. In Italia Giuseppe Pella fu nominato Presidente del Consiglio a 51, Fanfani a 46, Mariano Rumor a 53 così come Andreotti, Aldo Moro a 47.

E in Parlamento ci stanno pure da parecchio: Massimo D’Alema e Anna Finocchiaro sono alla settima legislatura (cioè siedono in parlamento dal 1987, venticinque anni), Anna Maria Serafini da sei legislature, Giovanna Melandri e Piero Fassino da cinque. Gli unici giovani del PD noti ai cittadini sono quelli che con il partito ci si scontrano come Matteo Renzi eletto sindaco di Firenze a 29 anni e Debora Serracchiani che fu eletta al Parlamento Europeo a 39 anni. Per una volta che ne hanno una giovane (e addirittura brava) la mandano fuori. Anche lei partecipa alla nota fuga dei cervelli. Se provasse a spazzar via il marciume che all’interno del partito la circondano potrebbero esseri guai seri.

Non contento delle pazze risate scaturite, Bersani ha rincarato la dose: “Progressisti e democratici devono andare ad un patto di legislatura per rimettere in piedi il paese: questa sarà la nostra proposta”. Pazzesco, nel momenti in cui i sondaggi (per la precisione quelli pubblicati dall’ANSA il 29 aprile) danno la coalizione Pd-Idv-Sel, cioè i partiti con cui Bersani aveva stipulato il patto di Vasto, al 39 percento, il segretario del partito preferisce l’UDC (per un potenziale totale fermo al 33 percento). Non solo pochi alleati, ma anche pessimi. Anche se Bersani non se lo ricorda l’UDC è il partito dei Cuffaro (condanna definitiva a sette anni di reclusione per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra e violazione del segreto istruttorio ), e di Cesa (prescritto per corruzione aggravata).

Ma dopo questo bellissimo sketch comico caro Bersani posi il vino e se ne torni a dormire, grazie.

LEGGI ANCHE

Presa in giro collettiva in corso

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.