Grillino di fatto

Se rifletto su quello che faccio, su come la penso e su come mi aspetto che cambi la politica di questo paese, a volte mi chiedo: ma non è che niente niente sono un “grillino di fatto”  ?  Vogliono far passare M5S come un movimento di antipolitica mentre, invece, è esattamente l’opposto. M5S è composto da cittadini ed è un movimento per riaffermare la ” buona politica” per riportare moralità nella politica italiana e per stimolare un ricambio generazionale e di metodo nei partiti.

di Luigi Valente

Grillo__blogIn fondo cosa chiede Beppe Grillo soprattutto cosa chiedono tutti  gli iscritti al Movimento 5 Stelle ?

Chiedono una gestione corretta e legale della res pubblica  a partire dall’amministrazione dei comuni per finire al governo del Paese,  chiedono di che i nostri parlamentari non siano più  dei pregiudicati, indagati, condannati, collusi, viziosi, ladri, meretrici  e affaristi senza scrupoli.  Chiedono più attenzione per l’ambiente,  più servizi per i cittadini, un’equa ed attenta gestione dell’economia e delle risorse pubbliche.  Chiedono  innovazione,  idee,  competenze, etica e passione civica.

Ma quanti italiani, in realtà, chiedono queste cose ? Milioni e milioni  io credo.   La verità è che siamo in tantissimi ad essere un po’ “ grillini”.  Magari molti non ne sono consapevoli, altri non hanno il coraggio di confessarlo a se stessi,   ma chi non vorrebbe un’Italia  ripulita dal  malaffare e dagli scandali, dalle collusioni mafia-politica e da una miriade di “ mangiapane a tradimento” che , senza avere né arte e né parte, càmpano alle spalle dei cittadini permettendosi vizi e stravizi ?

Diciamocelo, siamo  arrivati  al punto in cui la misura è colma ; dopo anni di sfascio morale e di diffusa illegalità che ci ha costretti a subire Berlusconi e la sua cosca di politicanti corrotti  e stupide veline,  arrivano le ignobili questioni della Margherita e della Lega Nord che utilizzano i nostri soldi per i “sollazzi” più disparati.

Ma allora io dico: siamo certi che Beppe Grillo non sappia essere un parlamentare migliore di Rutelli o della Rosi Mauro, di Cicchitto o di D’Alema ? Siamo certi che uno dei tanti  ragazzi e ragazze  del Movimento 5 Stelle non sappia rappresentarci meglio di Scillipoti, Santanchè, Carfagna , Borghezio e La Russa ? La domanda ha una risposta talmente scontata che la rende una domanda retorica.   Ormai siamo giunti al punto di non ritorno;  siamo governati da un governo  cosiddetto “ tecnico” che in realtà è un governo di non eletti e che, tuttavia, sta dimostrando la totale inutilità dei politici presenti nel nostro parlamento e, per certi versi, anche dei partiti tradizionali.   Siamo una nazione commissariata per manifesta incapacità della nostra classe politica e dirigente; mentre Monti & C. operano, noi cittadini continuiamo a leggere delle vicende dei vari Trota, Lusi, Lavitola e  di denari pubblici trasformati il lingotti e diamanti.

Dopo tutto questo qualcuno ha ancora l’ardire di etichettare Grillo e il Movimento 5 Stelle come “ antipolitica” e “populismo” permettendosi di distinguere tra comici e politici, di demonizzare il linguaggio del comico genovese, senza rendersi conto che ormai fa più ridere un “ragazzi” di Bersani o un “ mi  consenta” di Berlusconi che un bel “ vaffanculo” di Beppe Grillo.

A parte questo, la verità è che lo scenario politico per il prossimo futuro è davvero oscuro ed inquietante: andremo al voto per eleggere i nostri rappresentanti  ed il nuovo capo del governo,  in uno scenario politico ancora non ben definito ma certamente poco allettante. Chi ci verrà proposto non è ancora ben chiaro ma potrebbero essere Bersani, Alfano, Passera, Formigoni, Maroni.

Più ci penso e più mi convinco di essere un “ grillino di fatto”.

LEGGI ANCHE

Non è il simbolo che fa il partito

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.