Le 10 città italiane dove si vive meglio: ecco la classifica completa

Panorama di trento

L’Università della Sapienza di Roma ha stilato una classifica di “Qualità della Vita 2014”, per Italia Oggi, che prende in considerazione tutte le province d’Italia: ecco dove si vive meglio.

 

Ancora una volta trionfa Trento, la provincia che secondo lo studio realizzato dall’Università La Sapienza di Roma presenta gli standard più elevati di qualità della vita.

Il primato resiste per il 5° anno di fila.

Dal 1999 Trento è stabilmente nel gruppo di eccellenza e non è mai scesa, in 16 edizioni dell’indagine, al di sotto del 7 piazzamento, classificandosi al primo posto nel 2002 e dal 2011 in poi e al secondo posto nel 2000, 2003, 2006, 2007, 2008 e 2010.

Il risultato conseguito quest’anno nasce da un lavoro strutturale portato avanti da almeno un decennio.

Trento si colloca nel gruppo 1 in sette dimensioni su nove (affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale, popolazione, servizi finanziari e scolastici e tempo libero, figura nel gruppo 2 nella dimensione del tenore di vita e nel gruppo 3 nella dimensione del sistema salute.

In linea generale si registra un arretramento della qualità media della vita nelle province italiane: nel 2014 sono 55 su 110 le province nelle quali la qualità della vita è risultata buona o accettabile, contro le 59 su 110 dell’anno precedente.

Duole constatare come il Sud del Paese chiuda sistematicamente la classifica, portando le peggiori province in termini di qualità della vita: Avellino, la provincia meridionale più avanti in classifica, è al 58° posto su 110.

Un peggioramento generale si avverte anche nei grandi centri urbani, dove si vive molto peggio che in passato.

Ecco la classifica completa.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.