Guerra agli sprechi dell’acqua, in Gran Bretagna si fa sul serio

non sprecare lacqua

Parte dal Regno Unito una campagna di sensibilizzazione volta ad ottenere un miglior consumo dell’acqua, soprattutto in determinate circostanze.

 

Non è la prima volta che la Gran Bretagna prova a far capire ai suoi cittadini di dover usare in maniera maggiormente parsimoniosa e più accorta l’acqua. Soprattutto di andarci cauti con le docce visto che, secondo uno studio se ne fanno troppe e con eccessivi consumi.

Infatti, l’Energy Saving Trust, dopo aver messo nel mirino oltre 100 mila famiglie inglesi per cercare di capire quali sono le fonti idriche dove gli anglosassoni tendono ad essere maggiormente dispendiosi, ha scoperto che è proprio la doccia il “problema” degli inglesi.

Così l’istituto che si occupa di monitorare, ridurre i consumi e tagliare gli sprechi del settore energetico ha lanciato l’allarme, calcolando che il consumo di acqua per le sole docce rappresenta il 25% dell’acqua consumata in casa.

Una cifra ampiamente elevata, che dimostra e fa capire dove è possibile effettuare tagli risparmiando una notevole quantità di energia idrica. Pare che il motivo del consumo così ampio sia il troppo tempo passato sotto la doccia, minutaggio che, secondo l’Energy Saving Trust qualora ridotto di appena un minuto comporterebbe un risparmio nelle bollette di circa 215 milioni di sterline.

Come ci ricorda il sito Nonsprecare.it ecco dei semplici consigli su come risparmiare:

Non lasciate scorrere l’acqua inutilmente;

Preferite la doccia al bagno;

Lavate frutta e verdura in bacinelle e riutilizzare poi l’acqua;

Usate lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico;

Provvedete a una corretta manutenzione per non avere perdite nell’impianto idrico;

Applicate frangi-getto ai rubinetti;

Preferite i miscelatori ai doppi rubinetti;

Scegliete lo sciacquone con lo scarico differenziato.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.