Come eliminare pesticidi da frutta e verdura in 4 mosse

Come eliminare pesticidi da frutta e verdura mini

Come eliminare pesticidi da frutta e verdura? Ecco i 4 consigli da seguire.

Nella dieta mediterranea è previsto un consumo quotidiano di frutta e verdura per evitare problemi di salute. Ma di fronte al rischio che questi alimenti siano contaminati bisogna prendere delle precauzioni.

Ecco quindi che diventa fondamentale eliminare pesticidi da frutta e verduda.

Secondo quanto riportato da Altroconsumo, che ha analizzato “più di cento campioni di frutta e verdura (alcuni di questi biologici) alla ricerca di sostanze potenzialmente pericolose” ci sono 4 consigli da seguire per evitare danni alla salute anziché trarre benefici dall’assunzione di questi alimenti.

COME ELIMINARE PESTICIDI DA FRUTTA E VERDURA – Le analisi realizzate da Altroconsumo hanno dimostrato casi in cui pere, fragole e insalata “contenevano più residui di pesticidi diversi, anche se in basse quantità”. Ecco cosa fare, quindi, per togliere gli agenti contaminanti presenti nel cibo.

Variare: alternare verdura e frutta di tipologia diversa espone molto di meno agli stessi pesticidi, “evitando l’effetto accumulo”.

Lavare: lavare con cura sotto l’acqua corrente o lasciarli a mollo, magari aggiungendo una punta di bicarbonato all’acqua.

Sbucciare: è forse il metodo migliore perché si eliminano quasi completamente tutti i residui, anche se vengono perse le fibre presenti nella buccia.

Cuocere: alcune tipologie di pesticidi “si degradano con la cottura o comunque si disperdono nell’acqua, che deve essere buttata”. 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.